Federazione Italiana Mercanti d'Arte

"Ecce Homo" - olio su tavola

Scuola Fiamminga del '500

"Ecce Homo"

Maestro Fiammingo

Olio su tavola

Epoca : XVI° secolo

Tavola 35 x 40  cornice 40 x 48

Ottime condizioni

Importante dipinto su tavola, raffigurante il volto sofferente di Cristo con il capo coronato di spine nella più tradizionale immagine dell' Ecce Homo.

Lo sguardo è spento con gli occhi semichiusi in un atteggiamento rassegnato e sfigurato dal dolore.

Cristo è stato flagellato e Pilato lo presenta alla folla orribilmente deturpato dalle torture subite pronunciando le celebri parole "Ecce Homo".

E' una delle raffigurazioni cristiane più rappresentative e venerate della pittura antica, che ha visto cimentarsi nella sua realizzazione i grandi Maestri di tutta Europa. Tra questi primeggiano per intensità e drammatico realismo i pittori spagnoli e nordici in particolar modo i Fiamminghi

La splendida tavola è proprio un classico esempio della pittura cinquecentesca Fiamminga con forti influenze dell'arte spagnola, e condensa le caratteristiche pittoriche di queste due grandi scuole.

L' Autore, operante tra Haarlem ed Anversa nella prima metà del XVI° secolo, si ispira ai dipinti raffiguranti il Cristo "Ecce Homo" di Quentin Massys ed Dieric Bouts considerati i massimi interpreti fiamminghi di questo soggetto.

Le condizioni del dipinto sono ottime senza sollevamenti o cadute di colore, con un cretto evidente e piacevole che rende l'opera ancora più affascinante.

 

Ecce Homo tavola Fiamminga '500 contattaci
  indietro

Dipintiantichi

vedi galleria

Oggetti d'arte

vedi galleria

Mobili

vedi galleria