Federazione Italiana Mercanti d'Arte

Straordinario monetiere intarsiato

Venezia, metà del '500

Magnifico Monetiere con calatoia a ribalta e cassettini interni interamente intarsiato su tutte le sue superfici in legni policromi, con tracce di lumeggiatura in oro.

Città di Venezia
Epoca metà del '500,
Rinascimento Veneziano
Misure l. 48 x prof. 35 H. 47
Ottime condizioni.
Il monetiere è originale in tutte le sue parti esterne ed interne.
Sono originali anche le piccole cerniere e la serratura funzionante.

Questo straordinario capolavoro dell'arte ebanistica veneziana del '500, magnifico quanto raro, è un esemplare tra i più importanti manufatti del Rinascimento a Venezia. E' proprio nell'inizio del XVI° secolo, durante la massima espansione della Serenissima Repubblica e nel pieno della sua potenza economica, che le botteghe degli artigiani orafi, vetrai ed ebanisti, cominciano a realizzare gli oggetti più preziosi. rivolti ad una committenza sempre più ricca.
I cassoni, gli stipi e i monetieri diventano di una bellezza senza paragoni ed oltre ad una tarsia di livello ineguagliabile, nelle creazioni più importanti evidenziano l'influsso dell'Arte Orientale in un continuo scambio economico e culturale che univa la Serenissima alle terre dell'Est. Infatti, tra le innumerevoli raffigurazioni floreali, vegetali ed animali, al centro della calatoia aperta spicca un guerriero ottomano a cavallo, sovrastato da una corona. Ma è un po' tutto l' impianto del finissimo intarsio certosino, tipicamente Veneziano, a dare al monetiere un' affascinante immagine orientaleggiante che tanto andava di moda e che nei secoli successivi riempirà di decori i mobili i vetri e le porcellane.
Il monetiere, anche in considerazione delle ottime condizioni e della assoluta integrità, assume una valenza storica ed artistica di enorme interesse e di evidente valore museale oltre che collezionistico e decorativo

Monetiere Venezia '500 contattaci
  indietro

Dipintiantichi

vedi galleria

Oggetti d'arte

vedi galleria

Mobili

vedi galleria